I mesi di luglio e agosto 2021 sono stati particolarmente critici per la popolazione del Ruanda in quanto la pandemia SARS-CoV-2 ha toccato il picco della diffusione del contagio con una media di oltre mille nuovi casi giornalieri.

Anche il Centro di Wihogora di Nyanza, dove l’UMMI porta avanti un progetto di potenziamento sociale, educativo ed economico delle ragazze madri, è stato toccato dalla pandemia: cinque ragazze ed uno degli operatori sono risultati positivi al Covid. La situazione è ora rientrata e, dopo un primo momento di sospensione delle attività, lentamente e progressivamente i corsi di sartoria e maglieria sono ripresi.

Attualmente sono 30 le ragazze madri che frequentano i corsi di formazione professionale:  23 ragazze, suddivise in due gruppi, che a giorni alterni seguono il corso di sartoria e 7 ragazze che studiano nel corso di maglieria.

Sono in ripresa anche le attività economiche della cittadina di Nyanza, per cui si prevede che le nostre ragazze aiutate dal progetto e inserite nel mondo del lavoro possano trarne giovamento nelle loro attività lavorative.

Fervono i preparativi per l’inizio del nuovo anno scolastico che è stato fissato dalle autorità ruandesi per lunedì 11 ottobre 2021.  Sono numerose le ragazze che in questi giorni stanno affluendo presso la segreteria del Centro Wihogora per chiedere un aiuto o per l’inserimento nella scuola secondaria o per l’iscrizione ai corsi di formazione professionale in sartoria e maglieria. La pandemia ha aggravato le condizioni di vita delle persone più povere e vulnerabili. Speriamo che il nostro progetto possa venire loro incontro.