Monrovia (Agenzia Fides) – Il 20% dei bambini liberiani con meno di 2 anni di età ha perso i genitori a causa dell’epidemia di ebola che, dallo scorso mese di marzo, sta colpendo l’Africa occidentale. Molti rimangono completamente soli, abbandonati per le strade, senza alcun riparo nè assistenza medica o alimentare. L’impatto del virus sui sistemi e servizi sanitari già molto precari sta diventando devastante. Quasi tutti i centri sanitari sono chiusi o funzionano parzialmente. I bambini non vengono seguiti neanche per le malattie pediatriche più comuni come malaria, polmonite, diarrea e denutrizione acuta grave. Anche il settore dell’istruzione dei piccoli sta subendo l’influsso del virus. Sia in Liberia che in Sierra Leone oltre 3 milioni e mezzo di bambini non possono tornare nelle scuole che, fino a nuovi avvisi, rimangono chiuse. Secondo il bilancio dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’epidemia di ebola in Sierra Leone, Liberia, Guinea, Nigeria e Senegal, ha finora fatto registrare 4.269 contagi e 2.288 morti. (AP) (13/9/2014 Agenzia Fides)